loading1
loading2
alt
 // ABOUT ALO.        ALO è lo studio di architettura fondato da Marco Verde nel gennaio 2012, specializzato in architettura, interior e product design e che intreccia la computazione con lo studio dei materiali e la fabbricazione robotica. Il nome “ALO” deriva dal greco “àllos”, che significa “un altro” di una qualità diversa ma dello stesso tipo: da progetti architettonici di grandi dimensioni a interventi di interior fino al design di prodotti su misura, inseguiamo una produzione contemporanea rinfrescante affrontando ogni progetto come una nuova opportunità per ricercare qualità materiche, strutturali e spaziali alternative e originali.

Il nostro lavoro nasce all’incrocio tra la biomimetica, la progettazione computazionale, la progettazione

di sistemi materiali e i processi di fabbricazione robotica, con particolare attenzione al design raffinato di sistemi strutturali di geometria complessa e ad un’adozione responsabile delle tecniche di fabbricazione digitale contemporanea. Dunque, impariamo dalla natura i criteri che governano la formazione di sistemi complessi, studiamo il comportamento fisico dei materiali e la loro capacità intrinseca di generare forma.

Adottando strategie di progettazione morfogenetica, indaghiamo su come organizzare e aumentare lo spazio valorizzandone percezione con formazioni spaziali non omogenee, sviluppando sistemi che integrano molteplici funzioni e, in generale, sviluppando proposte le cui qualità

emergono dalla loro elaborazione procedurale.

Ci guida un approccio olistico e intendiamo la forma, lo spazio, la struttura e le prestazioni dell’architettura come espressioni di un unico sistema; l’articolazione formale diventa così tanto un’espressione del processo di formazione come una necessità per un’occupazione intelligente dello spazio.

Quindi, trasformiamo i comportamenti dei materiali in sistemi digitali, intrecciamo l’artigianato con i processi industriali e fabbrichiamo digitalmente prototipi di studio accurati. In questo processo, la prototipazione digitale è dunque uno strumento progettuale fondamentale e la ricerca diventa lo strumento di progettazione primario.

Dai primi studi preliminari alla produzione e alla costruzione finale, miriamo a un’integrazione raffinata e originale di architettura, ingegneria, produzione e costruzione.

Il nostro programma ci porta quindi lontano da un approccio puramente utilitaristico tanto quanto da un atteggiamento formalista o tecnocratico.